.
Annunci online

  sgtigullio [ pochi ma buoni ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo



cerca
letto 8825 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


24 dicembre 2006

Buon Natale e felice anno nuovo




Tanti auguri dalla Sinistra Giovanile del Tigullio




permalink | inviato da il 24/12/2006 alle 19:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


30 novembre 2006

Caro amico ti scrivo 2...

Questo post per segnalare che Luca Garibaldi è diventato il nuovo Segretario Regionale della Sinistra Giovanile (naturalmente ha dovuto scrivere una lettera anche in questo caso, come si conviene nella migliore tradizione della Federazione DS del Tigullio).
Grazie a Federico Alberti per tutto il lavoro svolto finora e per la passione che ha sempre dimostrato nel portare avanti il suo incarico.
A Luca vanno i miei piu sentiti complimenti e l'augurio di un percorso positivo, anche se iniziato non nel migliore dei modi, sono convinta che le sue capacità unite all' impegno saranno risposte concrete ai dubbi e alle insinuazioni.

Buon lavoro Segretario

                                                                                                            Silvia




permalink | inviato da il 30/11/2006 alle 11:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


14 luglio 2006

Caro amico ti scrivo...

E adesso aspettiamo cosa ci dicono...


Al Segretario della Sezione D.S. “Carlo Parodi”

         XXXX XXXXX

 

Alle compagne e ai compagni in indirizzo

 

 

Chiavari, 14 luglio 2006

Cara Compagna, Caro Compagno,

 

questa lettera ti giungerà dopo l’inizio della Festa de L’Unità di Chiavari e quindi potrebbe sembrarti tardiva rispetto all’argomento. Non era nostra intenzione scrivere una lettera in cui si spiegavano i motivi dell’assenza del bar della SG alla festa di Chiavari, anche perché il compito sarebbe spettato ad altri, ma le prime fasi del montaggio della Festa ci hanno indotto però a comunicare a tutti quelli che dovevano essere informati e non lo sono stati, la vicenda che ci vede coinvolti.

Da tre anni a questa parte la SG del Tigullio era presente sulla Festa di Chiavari, grazie ad un accordo con la Sezione, gestendone il bar e tutto ciò che ne consegue (magazzino, ordinazioni, rapporti con i fornitori, allestimento dello stand, cassa). In questi anni abbiamo ottenuto ottimi risultati sia dal punto di vista economico (gli incassi, molte volte, sono risultati superiori anche a quelli del bar della Festa di Federazione) che da quello della visibilità politica, dando anche un segnale di “novità” sulla Festa.

Già nei primi mesi di quest’anno, confidando come gli anni scorsi nel rapporto consolidato con la Sezione, avevamo cominciato ad organizzare la nostra presenza sulla Festa, a prendere contatti per proporre nuove iniziative.

Ad aprile il Segretario della SG, nell’ambito di una conversazione con il Segretario della Sezione di Chiavari inerente a tutt’altro tema, viene casualmente a sapere che si era deciso (dove?, quando?) che il bar della Festa non sarebbe più stato gestito dalla SG.

Logicamente una scelta così unilaterale, non concordata con gli interessati e supportata da motivazioni non chiare, non poteva essere condivisa. Abbiamo quindi chiesto al Segretario di partecipare ad una riunione della SG per discutere i motivi di tale scelta. Alla riunione ha partecipato il Tesoriere della Sezione, il quale ci ha comunicato che alla base di tale decisione c’era una situazione di emergenza nella collocazione degli stand sull’area di colmata, a causa di problematiche amministrative che riducevano l’area agibile della Festa.

In quest’ottica si era deciso (non si sa quando né da chi, o forse in riunioni a cui non siamo stati invitati, diversamente dagli anni precedenti) di spostare il bar, di ridurne le dimensioni e di trasformarlo in un “bar di servizio”. Sono rimaste senza risposta le nostre domande sui motivi per cui non eravamo stati coinvolti nelle nuove scelte legate all’emergenza spazi (visto che per tre anni abbiamo avuto la responsabilità della gestione dello stand, ci sembrava il minimo) e sul perché  non potevamo gestire comunque un bar di dimensioni ridotte.

Di fronte a tali motivazioni, abbiamo sollevato valutazioni di tipo economico sulla discutibilità di ridurre proprio il bar, in quanto seconda fonte di entrate dopo il ristorante. Abbiamo però aggiunto che secondo noi si trattava di una scelta sbagliata anche dal punto di vista politico: l’eliminazione di uno spazio che dimostri la presenza di giovani in un partito ed il loro impegno politico (sia pur con limiti ed insufficienze) è un segnale negativo sia verso il partito stesso, che sembra non voler puntare sulle nuove forze, sia verso chi, pur non essendo iscritto, nutre nei confronti dei DS speranze ed aspettative.

Alla fine abbiamo però ritenuto giusto, pur non condividendo la scelta sia nel metodo che nel merito, partecipare alla Festa come tutti gli altri compagni a titolo personale visto che si trattava di una situazione di emergenza e soprattutto transitoria.

Chiarito che tutto ciò, una volta rientrata l’emergenza, non andava al toccare i rapporti con la Sezione abbiamo deciso di compiere un gesto di responsabilità e di aiuto alla situazione finanziaria della festa rifiutando il contributo che veniva annualmente corrisposto alla SG in conseguenza della gestione del bar e che ci era stata proposta comunque, indipendentemente dalla nostra partecipazione, perché ritenevamo corretto non pesare finanziariamente sulla Festa non avendo il “valore aggiunto” della gestione di uno stand importante come il bar.

Preso atto che la decisione della Sezione era definitiva e non c’erano margini di discussione, rimaneva però la delusione per non aver potuto preparare forme alternative della nostra presenza politica sulle Feste (che, come per le Sezioni, è uno dei momenti principali di visibilità ed attività politica), magari anche in altre forme, visto il poco tempo disponibile.

Purtroppo gli eventi degli ultimi giorni e la reale disposizione della Festa hanno dimostrato che le motivazioni che ci erano state date erano inesistenti e strumentali.  Infatti si era detto che non c’era abbastanza spazio per fare una festa delle stesse dimensioni dell’anno scorso, perciò si era deciso di ridurre il bar. Decisione discutibile, vista la presenza di altri stand che realizzano incassi di molto inferiori. Noi eravamo rimasti a questa decisione (bar di servizio data l’emergenza) e sulla base di tale decisione avevamo assunto la nostra posizione. La festa dell’Unità invece non sembra però soffrire di mancanza di spazi. Tutto sembra uguale all’anno scorso. Casualmente l’unico stand che doveva essere sacrificato non ha subito nessun tipo di riduzione. Anzi, è anche più grande dell’anno scorso (36 mq invece di 27mq)!!!

Tutto ciò potrebbe far pensare che, quando si diceva che non c’era spazio, non si intendeva quello fisico per la Sinistra Giovanile ma forse ci si riferiva alla volontà di sacrificare spazio politico della Sinistra Giovanile sulla festa. Se è così, bastava dirlo chiaramente e non inventarsi motivazioni pretestuose e strumentali.

Infatti questi atteggiamenti sono irrispettosi nei confronti dei compagni della SG e non ci sembrano il miglior viatico per un rapporto sereno e costruttivo. Per questo riteniamo necessario che, dopo il periodo delle Feste, la Sezione si attivi per un confronto chiarificatore e per spiegare le responsabilità di una scelta politicamente non condivisibile, oggettivamente strumentale e irrispettosa dei compagni.

 

Fraterni saluti.

 

 

LE COMPAGNE ED I COMPAGNI DELLA SINISTRA GIOVANILE DEL TIGULLIO




permalink | inviato da il 14/7/2006 alle 18:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


30 giugno 2006

Esordio

Bene, si comincia.

Però non ora...




permalink | inviato da il 30/6/2006 alle 13:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

sfoglia     novembre